Pastore del Caucaso

Il pastore del Caucaso è originario dell’ Ex URSS.

In passato veniva usato per la caccia all’orso, motivo per cui fu incrociato con il san bernardo. Inoltre, sembra che, per renderlo più feroce, fu incrociato con il lupo ed è proprio da lui che ha ereditato gli occhi gialli e verdi.

E’ un cane di grossa taglia con altezza minima al garrese di 65 cm per il maschio e 62 cm per la femmina, anche se non sono rari i soggetti che arrivano a 80 cm. Il peso varia dai 55 ai 60 Kg.

Non ama vivere in gruppo e non riconosce gerarchie, per cui tende a vivere in piena autonomia.

La femmina è più pericolosa del maschio, ostenta sicurezza nell’affrontare un avversario, è molto calcolatrice e tende ad attaccare il nemico solo quando questi è senza via di scampo.

Chi ha intenzione di allevare un pastore del Caucaso, deve sapere che è opportuno abituare fin da piccolo il cucciolo alla gente e inoltre bisogna impartire un’educazione rigida, al fine di evitare che il cane adulto diventi mordace e asociale. Occore inibire gli atteggiamenti aggressivi in modo che da grande diventi un cane equilibrato.

Il colore del mantello è di due tipi:

screziato con l’intero corpo di un’unica tonalità (paglierino o rossiccio);

pezzato con colore di fondo bianco e macchie scure più o meno grandi.

Gli occhi sono scuri, di media grandezza e di forma ovale.

La coda è attaccata alta.

VIDEO

This entry was posted in Animali, Cani and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.